e-Commerce: così sono cambiati gli acquisti degli italiani!

e-Commerce

Con l’avvento del web e, soprattutto, di tante piattaforme e-commerce come Cscart.it, che permettono di acquistare migliaia e migliaia di prodotti senza nemmeno muovere un dito dalla propria sedia o dal divano di casa, le abitudini di acquisto in Italia sono state radicalmente modificate. Nel giro di pochi anni, infatti, abbiamo assistito ad una vera e propria rivoluzione del modo di fare acquisti di tutti quegli oggetti che vengono utilizzati nella vita di tutti i giorni e non solo dei prodotti hi-tech.

e-Commerce: lo studio di Nexive fotografa l’evoluzione in Italia

Le ultime indagini parlano chiaro: il 42% degli italiani fa acquisti sul web almeno una volta ogni mese. La ricerca che è stata portata a termine da Nexive ha messo in evidenza come ci sia la tendenza a comprare sempre più oggetti da internet. E un’altra percentuale lo testimonia molto bene: il 39% fa acquisti almeno una volta ogni sette giorni. I risultati dello studio, che è stato eseguito da Nexive insieme ad Erasmus University di Rotterdam durante lo scorso mese di novembre, sono stati pubblicati da pochi giorni.

Quali sono i prodotti più gettonati sulle piattaforme e-commerce

Bando alle ciance: i prodotti che vengono acquistati con la maggior costanza sono capi d’abbigliamento e relativi accessori. Quasi un italiano su tre, infatti, compra prodotti in questo ambito, mentre il 25% acquista prodotti legati al tempo libero. Sul gradino del podio più basso, infine, troviamo chi acquista online prodotti di elettronica, ovvero il 19%. Chi ordina online è amante della comodità, visto che predilige, come opzione di recapito, la consegna a casa nell’85% dei casi. Anche se il 30% degli intervistati ha ammesso di aver ritirato almeno una volta il pacco presso un punto di ritiro predefinito. In generale, il 75% di chi ha comprato sul web tramite le piattaforme di e-commerce è stato ben contento di averlo fatto.

Quali sono i fattori determinanti per i consumatori?

In prima posizione, secondo questa indagine, si colloca la vicinanza con il punto di ritiro. Secondo il 38% dei partecipanti al sondaggio, infatti, si deve poter raggiungere entro una decina di minuti. Poi, è fondamentale che si possa raggiungere sia usando un mezzo di trasporto come l’auto, ma anche a piedi. Inoltre, un altro elemento importante è rappresentato dagli orari di apertura. Infatti, pare che il 24% degli intervistati abbia espresso la preferenza di provvedere ad effettuare il ritiro dei prodotti che sono stati acquistati sul web direttamente dopo le 18. In sostanza, passare a ritirarli dopo che si è finito di lavorare, nella maggior parte dei casi.

Dando un’occhiata agli ultimi aspetti principali emersi dall’indagine, si può notare come, a parte gli usuali punti di ritiro, in Italia i consumatori vorrebbero poter andare a prendere i prodotti acquistati online anche in altri luoghi. Ad esempio, il 29% degli intervistati ha sottolineato come vorrebbe ritirarli al supermercato, il 18% li vorrebbe andare a prendere dal tabaccaio, nel 15% dei casi, invece, si predilige l’edicola e c’è un 4% di consumatori che vorrebbe effettuare il ritiro presso un benzinaio.

Alfonso Alfano
About Alfonso Alfano 156 Articoli
Sono Alfonso Alfano, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*