Come convertire i file FLAC in mp3: quattro metodi infallibili

convertire flac in mp3

Diciamoci la verità: hai scaricato un album del tuo artista preferito (legalmente, ci mancherebbe…) e sei rimasto spiazzato quando hai aperto la cartella. I file audio erano tutti in formato FLAC. Beh, probabilmente già saprai di cosa si tratta, ma se cerchi comunque il modo per convertire FLAC in mp3 proverò ad aiutarti in questa guida, segnalandoti quattro strumenti semplici e gratuiti che faranno al tuo caso.

Prima di tutto, se invece non sai proprio a cosa si riferisca quest’estensione così particolare, voglio ricordarti che i FLAC (acronimo di Free Lossless Audio Codec) sono dei file audio con qualità altissima, quasi identica alle tracce originali su un CD, ad esempio. Il rovescio della medaglia è che hanno dimensioni troppo grandi e che li rendono decisamente scomodi quando ad esempio dobbiamo trasferirli sul nostro riproduttore mp3. Senza contare che sono davvero pochi i media player (almeno tra quelli più conosciuti) che supportano al 100% questo tipo di estensione.

Ok, abbiamo superato la parte più tediosa. Ora ti propongo quattro modi per convertire FLAC in mp3, validi sia su Windows che su MAC. Ti segnalerò due software open source e due risorse online che non prevedono nessun download.

CONVERTIRE FILE FLAC IN MP3 SU WINDOWS E MAC: PROGRAMMI GRATIS DA SCARICARE

  • MEDIAHUMAN AUDIO CONVERTER

Il mio programma preferito per portare a termine questo tipo di operazione è senza ombra di dubbio Mediahuman Audio Converter. Rispetto agli altri lo preferisco perché è capace di operare praticamente con qualsiasi tipo di file audio, effettuando quindi conversioni di ogni tipo. Senza dimenticare che c’è il supporto diretto ad iTunes, può operare contemporaneamente con più tracce audio e riesce a estrarre brani anche dai video. Davvero completa come soluzione.

Per prima cosa, ovviamente, recati sulla pagina ufficiale (questo è il link) e scarica il programma. Non voglio annoiarti coi particolari sull’installazione, i passaggi sono quelli classici quindi non troverai nessuna sorpresa “sgradita” quando terminerai la procedura. Ok, apri il programma: la prima cosa che noterai è una grafica davvero molto semplice, quasi scarna. In realtà, se ci pensi, non hai bisogno di fare chissà quale operazione e gli sviluppatori hanno pensato bene di ridurre all’osso il superfluo.

Il simbolo + al centro della schermata ti invita a trascinare lì i file audio FLAC da convertire in MP3 (se non li hai a portata di mano, clicca sul “+” e naviga tra le cartelle del tuo PC per trovare la corretta ubicazione). Una volta che comincia il caricamento del file audio, portati avanti nel lavoro e seleziona “Format“, una voce che troverai nel menu di navigazione in alto. Ecco, adesso potrai scegliere i dettagli della conversione: se non hai particolare dimestichezza con questi valori, posso suggerirti quelli che io utilizzo normalmente e che mi garantiscono una perdita di qualità praticamente nulla, pur riducendo di molto il peso complessivo del file. Scegli allora quest’opzione: MP3 e stereo, 44100Hz, 320kbps.

Clicca ora su “close” e vai dritto sulle due freccette che vedrai situate accanto alla voce “Format”. Ecco che stai cominciando a convertire file FLAC in MP3 in un batter d’occhio. Ti voglio segnalare che la cartella di destinazione del file Mp3 appena creato non la decidi quando parti con la conversione ma nelle impostazioni del programma: recati sull’iconcina con la chiave inglese che apre il menu, scegli “Output” e seleziona nel campo apposito il percorso che preferisci.

  • fre:ac

Accanto a MediaHuman ti segnalo anche un programma (ovviamente gratuito e compatibile sia con Windows che con Mac) ugualmente utile con funzionalità molto simili. In molti addirittura lo preferiscono agli altri, c’entrano anche i gusti personali. In ogni caso si chiama fre:ac e anche in questo caso ti lascio il link per scaricarlo (clicca qui).

CONVERTIRE FILE FLAC IN MP3 ONLINE: I DUE SITI MIGLIORI

Non tutti hanno voglia di scaricare programmi, attendere l’installazione ecc. O semplicemente non possono. O, semplicemente, non ne vedono l’utilità perché devono convertire un solo file FLAC in Mp3. Se rientri in uno di questi casi, ti suggerisco allora di provare due risorse online che saranno ugualmente performanti, anche se le funzionalità ovviamente non possono mai essere le stesse e anche se molto dipenderà anche dalla tua velocità di connessione ad internet.

Il primo sito che ti segnalo è flactomp3.online e trovo che sia il più completo tra quelli online. Dalla sua c’è un’estrema semplicità d’utilizzo: basti pensare che non dovrai neppure star lì a pensare con quali impostazioni vuoi l’Mp3 generato, farà tutto lui in automatico.

Allora fai un salto sul sito e vai sulla voce “Scegli file”; una volta selezionato il file FLAC da convertire in MP3 il sito lo metterà subito in upload. La velocità di questa operazione, come ti dicevo in precedenza, dipende dalla velocità del tuo provider. Voglio segnalarti che su questo sito potrai scovare file FLAC anche direttamente dal tuo account Dropbox o da quello Google Drive, oltre alla possibilità di inserire un qualsiasi URL dove hai “hostato” il file in questione.

Il file generato sarà salvato nella cartella che hai impostato come quella di destinazione tra le impostazioni Chrome. Anche in questo caso secondo il mio parere il risultato è più che buono, con una qualità davvero notevole e poco spazio “speso” per quanto riguarda le dimensioni del file.

Ah, dimenticavo. Prima di lasciarci come fatto in precedenza coi programmi per convertire FLAC in Mp3 ti segnalo anche un altro sito che svolge operazioni di questo tipo. E’ media.io, fammi sapere ovviamente cosa ne pensi quando li avrai provati entrambi!

Alfonso Alfano
About Alfonso Alfano 142 Articoli
Sono Alfonso Alfano, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*