L’iPhone X di seconda generazione potrebbe costare di meno

notch iphone x

E’ una notizia che di certo farà piacere a molti quella rilanciata oggi da Digitimes e che va a toccare uno dei tasti dolenti di iPhone X. Secondo l’analista Luke Lin, la seconda generazione del “melafonino del decennale” potrebbe essere lanciato sul mercato ad un prezzo inferiore rispetto a quello dello scorso anno.

La ragione risiederebbe nel costo delle componenti (che per la maggior parte saranno le stesse) che in totale dovrebbero subire un ribasso attorno al 10%. Una cifra considerevole, considerato che stando ad alcuni report pubblicati un paio di settimane fa, il MBOM (costo per i materiali) di iPhone X ha raggiunto i 400 dollari.

Parliamo, meglio specificarlo, dell’iPhone da 5.85 pollici con display OLED, uno dei tre nuovi melafonini attesi nell’autunno del 2018 (a meno di un inaspettato lancio di iPhone SE 2). Il prezzo del device, oltre ad essere inferiore a quello del predecessore, potrebbe essere più conveniente anche dell’iPhone da 6.1 pollici che, invece, arriverebbe con display LCD.

A completare la lineup del 2018, lo ricordiamo, ci sarà un altro iPhone con OLED forniti da Samsung (con la quale è stato stipulato un accordo per la fornitura di circa 130 milioni di pannelli per quest’anno), quello da 6.5 pollici. Apple, in questo modo, darebbe una risposta concreta anche alle ultime analisi di mercato che dimostrano come i maggiori produttori stiano soffrendo sulle vendite proprio per i prezzi ritenuti troppo alti dei loro ultimi top di gamma.

Alfonso Alfano
About Alfonso Alfano 149 Articoli
Sono Alfonso Alfano, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*